Consulenza

Agenzia Entrate: 5 per mille 2020

Lo scorso 3 aprile è stato pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate l’elenco completo dei beneficiari del 5 per mille 2018, con i dati relativi alle preferenze espresse dai contribuenti nella propria dichiarazione dei redditi. Gli enti ammessi al beneficio devono comunicare (qualora già non l’abbiano fatto) all’Agenzia delle Entrate le proprie coordinate bancarie o postali, consegnando presso un ufficio dell’Agenzia l’apposito Modello per la richiesta di accredito.

Ciò è necessario al fine di ricevere sul proprio conto corrente le somme assegnate.

C’è tempo, invece, tempo fino al 7 maggio per iscriversi al 5 per mille 2020.

La finestra per gli enti che vogliono usufruire di questo sostegno dei contribuenti è stata aperta lo scorso 1 aprile. Inoltre, gli enti già presenti nell’elenco permanente degli iscritti (pubblicato nei giorni scorsi sul sito dell’Agenzia delle Entrate) non devono ripresentare nuovamente la domanda di iscrizione, a differenza di quanto avveniva in passato. Qualora vi fossero degli errori nei dati pubblicati nell’elenco oppure siano intervenute delle variazioni relative ai dati anagrafici (quali il cambiamento della denominazione o della sede legale dell’ente) questi devono essere semplicemente comunicati all’Agenzia delle Entrate territorialmente competente entro il 20 maggio 2020, utilizzando il Modello AA5/6 (per i soggetti che hanno solo il codice fiscale) o il Modello AA7/10 (per quelli che hanno anche la Partita Iva).

L’unico caso in cui l’ente iscritto è obbligato a ripresentare la sola dichiarazione sostitutiva, a pena di decadenza dal beneficio, è quello in cui sia cambiato il rappresentante legale rispetto a quello che aveva firmato la dichiarazione sostitutiva precedentemente inviata. Solo in questo caso l’ente dovrà trasmettere una nuova dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno 2020 ed inviarla tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o Pec all’amministrazione di riferimento, ovvero:

- per gli enti del volontariato, alla competente Direzione regionale o provinciale dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando l’apposito Modello di dichiarazione (al quale va allegato un documento di identità del nuovo legale rappresentante);
- per le associazioni sportive dilettantistiche (ASD), all’Ufficio del CONI territorialmente competente.
L’invio entro il 30 giugno 2020 della dichiarazione sostitutiva in caso di variazione del legale rappresentante è fondamentale poiché la mancata comunicazione comporta la decadenza dell’ente dall’iscrizione all’elenco del 5 per mille 2020.

GLI ENTI NON ISCRITTI nell’elenco permanente.
Per gli enti che non sono iscritti nell’elenco permanente la procedura di iscrizione deve effettuarsi secondo i passaggi seguenti:
- presentazione della domanda di iscrizione entro il 7 maggio 2020. La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica (direttamente dagli interessati, qualora abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, oppure da intermediari abilitati, quali CAF o commercialisti) utilizzando l’apposito modello (che è lo stesso sia per gli enti del volontariato che per le ASD);
- entro il 14 maggio 2020 l’Agenzia delle Entrate pubblicherà sul proprio sito l’elenco provvisorio degli iscritti, ed entro il 20 maggio 2020 sarà possibile verificare eventuali errori e richiedere le correzioni (utilizzando sempre i modelli AA5/6 o AA7/10); l’elenco aggiornato e definitivo degli iscritti sarà pubblicato entro il 25 maggio 2020;
invio della dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno 2020. Il modello di dichiarazione sostitutiva varia a seconda che a presentare la domanda sia un ente del volontariato o un’associazione sportiva dilettantistica.


Per gli enti del volontariato la dichiarazione sostitutiva deve essere inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o Pec alla competente Direzione regionale o provinciale dell’Agenzia delle Entrate; le ASD devono inviare invece la dichiarazione sostitutiva tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC all’Ufficio del CONI territorialmente competente. Alla dichiarazione deve essere allegata una fotocopia non autenticata di un documento di identità del legale rappresentante.
Qualora un ente non effettui l’iscrizione entro il 7 maggio 2020 o non abbia inviato la dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno 2020, potrà comunque partecipare al riparto delle quote del 5 per mille 2020 presentando la domanda di iscrizione e la dichiarazione sostitutiva entro il 30 settembre 2020, versando una sanzione pari a 250,00 euro tramite il Modello F24 ELIDE (indicando il codice tributo 8115). Potranno regolarizzare la propria posizione solamente gli enti in possesso dei requisiti per l’iscrizione alla data del 7 maggio 2020 (termine ultimo per l’iscrizione).


Il CSV Foggia è a disposizione per l'assistenza nelle pratiche: occorre inviare una mail di richiesta consulenza entro il 4 maggio 2020 a info@csvfoggia.it, allegando copia dello Statuto; copia del documento di riconoscimento del legale rappresentante; copia dell’iscrizione al registro regionale di riferimento e copia della certificazione di attribuzione del codice fiscale dell’associazione.

Per ulteriori informazioni:
Agenzie delle Entrate
url: www.agenziaentrate.gov.it


Stampa   Email

NEWSLETTER CSV FOGGIA


Per non perdere eventi interessanti, iscriviti alla nostra newsletter. Inserisci il tuo indirizzo e-mail, il codice di verifica e conferma la tua iscrizione!

captcha 

Contatti

Indirizzo:
via Luigi Rovelli, 48 - 71122 Foggia

Telefono e fax: 0881.747103
E-mail: info@csvfoggia.it
PEC: csv.foggia@pec.it


Publish modules to the "offcanvas" position.

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Per maggiori dettagli consulta la cookie policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito.